Per informazioni chiama il
333 8926334

Borgo S. Pietro, 58 - Cividale Del Friuli

IMU e Tares: e noi paghiamo!

 

IMU e Tares

IMU e Tares:
a pagare
rimane sempre
il cittadino!

Buongiorno amico lettore,

quest’oggi approfondiremo due questioni che fanno rimanere col fiato sospeso buona parte degli italiani, ormai vittime sacrificali dello Stato tiranno: l’Imu e la nuova tassa sui rifiuti, la Tares.

Cominciamo da quest’ultima: la Tares ci sarà purtroppo e non verrà cancellata né modificata nella sostanza. Rimarranno invariate anche le scadenze fissate per il pagamento delle tre rate previste (maggio, settembre e dicembre 2013), ma fortunatamente solo dall’ultima diverrà effettivo l’aumento di 30 centesimi a metro quadro e, da allora, l’imposta verrà pagata direttamente allo Stato e non ai comuni rendendo evidente il fatto che si tratta di tassa dello Stato e non del singolo comune. Fino ad allora i comuni riscuoteranno la tassa secondo le vecchie modalità e, conseguentemente, potranno disporre dei fondi con maggiore celerità ed efficienza.

Il capitolo IMU rimane ancora in sospeso e il Governo ha chiesto tempo per deliberare con una risposta definitiva, che, considerando il fatto che si tratta di un Governo dimissionario, potrebbe semplicemente trattarsi di un tentativo di mandare la palla in tribuna e fare in modo che sia il prossimo Esecutivo ad occuparsi della faccenda.

Dunque non troppo buone le notizie per tutti noi cittadini, ma la sensazione è che la tassa sull’IMU rimarrà invariata per lo meno nella sostanza…e chissà magari le verrà attribuito un nuovo nome giusto per fare ancora un pò di confusione attorno ad una tassa ingiusta.

Un abbraccio virtuale dal vostro blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *